UniversONline.it

Smettere di fumare ... grazie ai genitori - Salute: Smettere di fumare ... grazie ai genitori - Washington: un nuovo studio condotto dai ricercatori del Fred Hutchinson Cancer Research Center di

Continua
Universonline su Facebook
Universonline su G+

Smettere di fumare... grazie ai genitori

Smettere di fumare ... grazie ai genitori

Washington: un nuovo studio condotto dai ricercatori del Fred Hutchinson Cancer Research Center di Seattle sostiene che i genitori che smettono di fumare quando i loro figli sono moto giovani, nel caso questi inizino a fumare riusciranno più facilmente a smettere.

La percentuale di fumatori nei giovani è salita negli ultimi 15 anni del 40%. I ragazzi tra i 18 e i 24 anni sono i maggiori consumatori di sigarette e aiutare un giovane di quell'età  a smettere è più difficile che aiutare un adulto.

Lo psicologo clinico Dr. Jonathan Bricker afferma: "Complessivamente questi dati suggeriscono che in futuro si dovrebbe considerare il fatto di aiutare i genitori a smettere di fumare"

Questi risultati sono basati su uno studio precedente di Bricker e colleghi che ha evidenziato che se i genitori smettono di fumare prima che i loro figli compiano 8 anni, viene ridotta la possibilità  che i figli diventino fumatori in giovane età .

Il dottore dice inoltre che "questi due studi suggeriscono che i genitori che smettono di fumare prima che i bambini abbiano 8 o 9 anni potrebbero condizionare i figli, che non inizierebbero a fumare nell'adolescenza, e se lo facessero, sarebbero aiutarli a smettere da adulti".

La scoperta principale di questo studio, dice Bricker, è stata che i genitori che smettono di fumare dopo, quando i figli hanno tra i 9 e i 18 anni, non influenzano le capacità  dei figli di smettere di fumare in seguito.

"Pensavamo che il fatto che i genitori smettessero di fumare più tardi potesse servire come modello di comportamento recente che i figli potessero ricordare ed emulare, ma i nostri dati non hanno mostrato risultati significativi in questo senso" ha detto Bricker.

I risultati dell'attuale ricerca suggeriscono che potrebbe essere utile includere i genitori nei programmi di prevenzione al fumo per i giovanissimi.

Lo psicologo sostiene che "il primo passo per smettere di fumare è essere motivati personalmente. Questo studio potrebbe aiutare a dare un'ulteriore motivazione ai genitori e ai potenziali genitori, per smettere di fumare. Questo servirebbe sia per la propria salute che per quella dei propri figli."

Condividi questa pagina

Invia pagina

Approfondimenti sull'argomento

Cerca nel sito

Se non hai trovato quello che ti serve, o vuoi maggiori informazioni, utilizza il motore di ricerca

Annunci

Seguici sui Social Network

Universonline su G+
Universonline su Facebook