UniversONline.it

Attenti alle allergie! - Salute: Attenti alle allergie ! - Allergie in agguato nei mesi più freddi dell'anno! I rischi per gli allergici sono presenti più che

Continua
Universonline su Facebook
Universonline su G+

Attenti alle allergie!

Attenti alle allergie

Allergie in agguato nei mesi più freddi dell'anno! I rischi per gli allergici sono presenti più che mai. I sintomi sono spesso molto simili a quelli dell'influenza: nasi tappati, difficoltà  respiratorie, asma, di conseguenza, le vittime delle allergie, non sempre, si accorgono di esserlo. Tre tipi di alberi sono i principali nemici degli allergici: il platano, l'ontano, il cipresso. Cambiamenti climatici, stagioni sconvolte, temperature atipiche, sono la causa di un'impollinazione irregolare delle piante che, anticipando o prolungando la fioritura, possono creare grossi problemi di salute. Altri fattori contribuiscono a creare problemi per gli allergici, la presenza di sostanze inquinanti altera l'attività  delle piante: la betulla, quando l'aria è meno pulita, moltiplica la produzione di proteine che danneggiano gli allergici. Si trascorre troppo tempo in luoghi chiusi e troppo riscaldati, la presenza di cani e gatti può peggiorare la situazione. Non dimentichiamo le allergie natalizie. Alberi veri o finti, addobbi, muschio per il presepe, sono già  entrati a far parte delle case degli italiani e i rischi di allergia aumentano.

Si aprono scatole rimaste chiuse per un anno, si viene a contatto con polveri e muffe. Le materie plastiche di cui sono fatti alberi finti e palline sono causa di eczemi o dermatiti. Le resine che impregnano le piante vere possono provocare allergie da contatto, anche la stella di Natale contiene una sostanza lattiginosa dannosa per gli allergici. E per finire ci si mette anche l'euro! A quanto pare, le monete da uno e due euro contengono una quantità  di nichel superiore rispetto a quella prevista dalle norme sanitarie dell'UE. Questo metallo causa nei soggetti allergici, forme eczemiche da contatto. Esiste una direttiva dell'Unione Europea che impone un limite per la quantità  di nichel contenuta in prodotti che vengono a contatto con la pelle - bracciali, anelli, bijoux. L'euro non rispetta questo tipo di limitazione e rischia di mettere in difficoltà  tutte quelle persone che soffrono di allergie da nichel!

Condividi questa pagina

Invia pagina

Approfondimenti sull'argomento

Cerca nel sito

Se non hai trovato quello che ti serve, o vuoi maggiori informazioni, utilizza il motore di ricerca

Annunci

Seguici sui Social Network

Universonline su G+
Universonline su Facebook