Comete e Asteroidi

Cometa Hale-Bopp

Foto scattata dal Dr. Enrico Montanari. Direttore dell'Osservatorio Astronomico di Monteromano (Ravenna). La foto è di proprietà del Gruppo Astrofili Antares. Trattasi della Cometa Hale-Bopp fotografata dal piazzale dell'Osservatorio in direzione (EST) della vallata del Lamone verso Brisighella (RA). Sullo sfondo appare l'inquinamento luminoso della provincia di Ravenna.

Cosa sono le comete che tanto affascinano l'uomo da sempre? In realtà non sono altro che delle palle di roccia, polveri, gas e ghiaccio. Queste passano periodicamente intorno al Sole, alcune impiegano centinaia di anni a compiere il loro viaggio, alcune "solo" qualche decina di anni. Sicuramente la cosa che rende le comete affascinanti è la loro luminosità e la loro elegante scia, questa si forma quando si avvicina al Sole, che con il suo calore riscalda il ghiaccio presente sulle comete sciogliendolo e facendolo evaporare trasformandolo in gas.

Le radiazioni solari oltre a riscaldare la comete fa diventare fluorescente i gas, facendola diventare ancor più luminosa nel cielo. La scia o chioma che si crea così nella cometa solitamente è lungo un centinaio di chilometri. La parte centrale della cometa prende il nome di nucleo, e solitamente è di pochi chilometri di diametro, composto di ghiaccio e roccia.

La scia delle comete puntano sempre dalla parte opposta del Sole. Gli astrofili possono dilettarsi ad osservare ogni anno in una dozzina comete, però purtroppo solamente poche di queste sono visibili ad occhio nudo. Sicuramente è un tipo di osservazione molto piacevole, perché si scoprono molte comete ogni anno, e si aggiungono al migliaio già note.

Principali sciami meteorici

Sciame Limiti di attività Massimo
Quadrantidi 1-6 gennaio 3-4 gennaio
Liridi 19-25 aprile 21-211 aprile
Eta Aquaridi 1-8 maggio 5-6 maggio
Delta Aquaridi 15 luglio 15 agosto 12 agosto
Perseidi 25 luglio 18 agosto 12 agosto
Orionidi 16-26 ottobre 21 ottobre
Tauridi 20 ottobre 30 novembre 17-18 novembre
Leonidi 15-19 novembre 17-18 novembre
Geminidi 7-15 dicembre 13-14 dicembre


La cometa nota con l'orbita più veloce è la cometa di Encke che passa intorno al Sole ogni 3,3 anni, ma non è fra le più belle da osservare a causa della sua età, infatti ogni passaggio consuma i gas, di conseguenza diventa poco visibile. Mentre una delle comete più note è quella di Halley, nominata e scoperta dal noto astronomo, la sua orbita dura ben 76 anni, ed è facilmente osservabile per via della sua grande chioma.

asteroide

Fra le orbite di Marte e Giove troviamo una cintura di detriti, chiamati asteroidi o pianetini, questi sono stati scoperti nel 1800 dall'astronomo italiano Giuliano Piazzi che scoprì anche Cerere, il più voluminoso della cintura. Cerere ha un diametro di circa 1000 km, e ruota intorno al Sole in 4,6 ani, nonostante Cerere sia il più grande degli asteroidi non è il più luminoso, essendo molto scuro. L'asteroide vesta ha il primato di luminosità, essendo di colore chiaro, è avvistabile anche ad occhio nudo, il suo diametro è la metà di quello di Cerere, ed è il terzo asteroide più grande conosciuto, il secondo posto è di Pallade.

La Terra è stata colpita da un oggetto proveniente dalla cintura degli asteroidi circa 25.000 anni fa, in Arizona, e ha lasciato un solco di diametro di 1200 metri, nominato Meteor crater.

Clicca sull'immagine per vedere il filmato

filmato asteroide

Se vuoi vedere delle foto vai all'archivio "clicca"

Condividi questa pagina nei Social Network

Link sponsorizzati