UniversONline.it

Lenti a contatto morbide - Le lenti a contatto morbide sono dette anche lenti idrofile per via dei polimeri che le compongono caratterizzati da un'alta idrofilia

Continua
Universonline su Facebook
Universonline su G+

Lenti a contatto morbide

Le lenti a contatto morbide sono dette anche lenti idrofile per via dei polimeri che le compongono caratterizzati da un'alta idrofilia. Questa particolare caratteristica permette di inglobale elevate percentuali di acqua, tra il 36 ed il 70 per cento, rendendo le lenti a contatto più morbidi e permeabili all'ossigeno rispetto alle altre lenti: rigide e semirigide.

Le lenti a contatto morbide sono quelle che meglio si adattano alla natura dell'occhio in quanto garantiscono la corretta ossigenazione e la giusta idratazione.

Se da un certo punto di vista la composizione delle lenti a contatto morbide è un vantaggio, sono le più confortevoli per l'occhio, dall'altra potrebbero essere causa di intolleranza se non si presta la giusta attenzione all'igiene. Rispetto alle altre lenti la superficie assorbe, come fosse una spugna, le sostanze estranee che vi si depositano (per esempio la polvere sollevata dal vento). E' quindi importante un'adeguata manutenzione e il loro ricambio entro i tempi indicati.

Esistono due tipi di lenti a contatto morbide: quelle convenzionali e quelle a sostituzione periodica. Le prime sono prodotte sull'esatta misura della geometria della cornea e sulla forma dell'occhio del paziente mentre le altre, le lenti a contatto a sostituzione periodica conosciute anche come usa e getta, hanno delle misure standard.

Le lenti a contatto morbide non correggono l'astigmatismo. Esistono, però, particolari tipi di lenti a contatto morbide, dette toriche, che sono in gradi di correggere astigmatismi di bassa gradazione correlati alla miopia e all'ipermetropia.

Per quanto riguarda la manutenzione delle lenti a contatto morbide convenzionali bisognerebbe farle controllare periodicamente dal proprio ottico per evitare fastidiose infezioni, fenomeni allergici o di intolleranza. Le lenti a contatto morbide usa e getta, che possono essere di vari tipi (giornaliere, settimanali, mensili, ecc.), grazie al continuo ricambio, presentano invece dei rischi di infezione minori.

I vantaggi delle lenti a contato morbide:

  • Hanno una buona tollerabilità e richiedono un breve periodo di adattamento
  • Una volta applicate sono abbastanza stabili, caratteristica che le rende particolarmente adatte per le attività sportive

Gli svantaggi delle lenti a contatto morbide:

  • Necessitano di una buona lacrimazione affinché rimangano idratate
  • A causa della loro morbidezza non sono adatte per la correzione di alcuni disturbi della vista
  • Si sporcano più facilmente
  • Richiedono una manutenzione meticolosa al fine di evitare infezioni e altre complicazioni

Le lenti a contatto morbide hanno un diametro che varia da 13 a 15 mm e, a differenza di quelle rigide e gas permeabili, ricoprono l'intera cornea.

Qualsiasi tipo di lente si scelga è comunque importante una valutazione individuale prima dell'applicazione delle lenti, inoltre, periodicamente, sono consigliati dei controlli sia dall'oculista che dall'ottico contattologo.

Condividi questa pagina

Invia pagina

Ti potrebbe interessare anche:

Altre informazioni sulle lenti a contatto

Altre informazioni sulle lenti a contatto

Lenti a contatto

Lenti a contatto morbide

Lenti a contatto semirigide o gas permeabili

Lenti a contatto rigide

Lenti a contatto cosmetiche e colorate

Pulizia e manutenzione delle lenti a contatto

Lenti a contatto: consigli e indicazioni

Controindicazioni per le lenti a contatto

Come mettere le lenti a contatto?

Come togliere le lenti a contatto?

null

Annunci

Seguici sui Social Network

Universonline su G+
Universonline su Facebook