Cerca un farmaco »  

Farmaco: Tavor

Elenco farmaci - farmaco: Tavor

Confezione: 4 mg / ml im iv 5 Fiale 1 ml

Casa farmaceutica: Wyeth Lederle S.p.A.

Classe farmaceutica: H

Ricetta Tavor: OSP1K - medicinale da utilizzare esclusivamente in ospedali e case di cura, soggetto alla Legge 49/2006, tab. IID - vietata la vendita al pubblico

ATC: N05BA06

Principio attivo Tavor: Lorazepam (DC.IT) (FU)

Gruppo terapeutico: Ansiolitici benzodiazepinici

Scadenza Tavor: 14 mesi

Temperatura di conservazione: Da +2° a +8°

Indicazioni terapeutiche / effetti Tavor (4 mg / ml im iv 5 Fiale 1 ml )

Nella premedicazione anestetica per alleviare l’ansia e per diminuire la rievocazione di eventi associati ad interventi chirurgici e diagnostici. Non ci sono dati sufficienti a supporto dell’uso di Tavor durante il travaglio ed il parto, incluso il taglio cesareo; pertanto l’uso del Tavor soluzione iniettabile in queste situazioni non è raccomandato (vedere Gravidanza e Allattamento nel RCP). Per il sollievo sintomatologico dell’ansia acuta nevrotica o psicotica (è preferibile la somministrazione per via endovenosa). Per il trattamento degli stati epilettici dovuti a diversi tipi di epilessia parziale e generalizzata. I tipi di epilessia che hanno dimostrato rispondere a Tavor sono: epilessia generalizzata (tonico-clonica, grande male), epilessia da assenza generalizzata (piccolo male) o stupor a punta-onda, epilessia parziale elementare (motoria focale), epilessia parziale complessa (psicomotoria), e associazioni quali epilessie generalizzate con inizio focale. Il trattamento iniziale con Tavor porta alla cessazione prolungata dell’attività epilettica (vedere Avvertenze speciali e precauzioni d’impiego nel RCP).

Posologia / dosaggio Tavor (4 mg / ml im iv 5 Fiale 1 ml )

Premedicazione anestetica: per un massimo effetto benefico, il dosaggio deve essere stabilito in base al peso corporeo (il dosaggio usuale va dai 2 ai 4 mg) e somministrato come segue: per via endovenosa: 0,044 mg/Kg fino ad un totale di 2 mg, somministrati 15-20 minuti prima dell’intervento chirurgico previsto per ottenere un effetto ottimale, misurato come vuoto di memoria. Questa dose per via endovenosa è sufficiente per sedare la maggior parte dei pazienti adulti e normalmente non deve essere superata in pazienti con oltre 50 anni di età. Nei pazienti nei quali è preferibile ottenere un maggior grado di vuoto di memoria per eventi riguardanti l’intervento chirurgico, può essere somministrato un dosaggio maggiore, cioè 0,05 mg/kg fino ad un totale di 4 mg. Prima della somministrazione endovenosa di Tavor deve essere immediatamente disponibile l’apparecchiatura necessaria a mantenere aperte le vie respiratorie. Per via intramuscolare: 0,05 mg/kg fino ad un massimo di 4 mg, somministrati almeno 2 ore prima dell’intervento chirurgico previsto per ottenere un effetto ottimale, misurato come vuoto di memoria. Come con tutti i farmaci utilizzati nella premedicazione, la dose deve essere adattata in modo individuale. Nei pazienti anziani o debilitati, o in pazienti con funzione epatica o renale compromesse o in quelli con serie patologie respiratorie o cardiovascolari, si raccomanda una riduzione del dosaggio. Nel caso di anestesia locale e di procedure diagnostiche richiedenti la collaborazione del paziente, può essere appropriato l’uso concomitante di un analgesico. I dosaggi di altri agenti depressivi sul sistema nervoso centrale somministrati concomitantemente a Tavor devono di norma essere ridotti. Si raccomanda che ogni farmaco concomitante sia somministrato in siringhe separate. Psichiatria: nei casi di ansia acuta con o senza agitazione psicomotoria (e a seconda della sua eziologia, gravità, e peso del paziente) la dose raccomandata iniziale è di 2-4 mg e.v. o i.m., cioè 0,05 mg/kg (la somministrazione endovenosa è preferibile). Ove indicato, la dose può essere ripetuta dopo 2 ore. Una volta che la sintomatologia acuta è stata controllata, è necessario che il paziente riceva un appropriato trattamento per la condizione di base; Tavor per uso orale può essere preso in considerazione se è richiesto un ulteriore trattamento benzodiazepinico. Stato epilettico dovuto a vari tipi di epilessia parziale e generalizzata: la dose iniziale usualmente raccomandata di Tavor è di 4 mg somministrati per iniezione endovenosa lenta (2 mg al minuto) per pazienti di 18 anni ed oltre. Se le convulsioni continuano o si verificano nuovamente dopo un periodo di osservazione di 10-15 minuti, può essere somministrata un’ulteriore dose di 4 mg per via endovenosa. Se la seconda dose non portasse ad un controllo degli attacchi epilettici dopo un altro periodo di osservazione di 10-15 minuti, devono essere impiegate altre misure per controllare lo stato epilettico. Nel periodo di 12 ore può essere somministrato un massimo di 8 mg di Tavor. La dose massima non deve essere superata. Per la somministrazione vedere il RCP.


Elenco farmaci: indice medicinali in ordine alfabetico


Condividi questa pagina nei Social Network

Link sponsorizzati