UniversONline.it

Farmaco: Rapilysin 10u | Bugiardino n. 10742 - Foglietto illustrativo n. 10742 - Farmaco Rapilysin 10u: ricetta, principio attivo, prezzo, effetti e dosaggio [Confezione: iv 2 Fiale l + 2sir ]

Continua
Universonline su Facebook
Universonline su G+

Cerca un farmaco »  

Farmaco: Rapilysin 10u

Farmaco: Rapilysin 10u | Bugiardino n. 10742

Confezione: iv 2 Fiale l + 2sir

Casa farmaceutica: Actavis Italy S.p.A.

Classe farmaceutica: C

Ricetta Rapilysin 10u: OSP1 - medicinale soggetto a prescrizione medica limitativa, utilizzabile esclusivamente in ambiente ospedaliero o in struttura ad esso assimilabile - vietata la vendita al pubblico

ATC: B01AD07

Principio attivo Rapilysin 10u: Reteplase

Gruppo terapeutico: Trombolitici

Scadenza Rapilysin 10u: 24 mesi

Temperatura di conservazione: Non superiore a +25°

Indicazioni terapeutiche / effetti Rapilysin 10u (iv 2 Fiale l + 2sir )

Terapia trombolitica dell’infarto miocardico sospetto con persistente sopraslivellamento del tratto ST o recente blocco di branca sinistra entro 12 ore dalla comparsa dei sintomi di infarto miocardico acuto (IMA).

Posologia / dosaggio Rapilysin 10u (iv 2 Fiale l + 2sir )

Il trattamento con reteplase deve essere iniziato il più presto possibile dopo la comparsa dei sintomi di IMA. Ricostituire il liofilizzato con il contenuto della siringa acclusa e utilizzare la soluzione ricostituita immediatamente previo controllo visivo della stessa. Iniettare solo soluzioni limpide e incolori, in caso contrario non utilizzarle.
Eparina e Rapilysin sono incompatibili se associati nella stessa soluzione. Possono esserci anche altre incompatibilità. Non aggiungere nessun altro farmaco alla soluzione da iniettare. Iniettare Rapilysin preferibilmente attraverso un accesso venoso che dovrà essere utilizzato solo per l’iniezione di Rapilysin. Non iniettare nessun altro farmaco attraverso l’accesso venoso riservato a Rapilysin, né contemporaneamente, né prima o dopo l’iniezione di Rapilysin. Ciò si estende a tutti i farmaci, inclusi eparina e acido acetilsalicilico, che devono essere somministrati prima e dopo l’iniezione di reteplase per ridurre il rischio di riocclusioni. Nei pazienti in cui deve essere utilizzato lo stesso accesso, quest’ultimo (incluso il deflussore a Y) deve essere completamente lavato con soluzione di cloruro di sodio allo 0,9% o di destrosio al 5%, sia prima che dopo l’iniezione di Rapilysin.
Rapilysin viene somministrato come bolo alla dose di 10 U, seguito, a 30 minuti, da una seconda dose in bolo di 10 U (doppio bolo). Ciascun bolo deve essere somministrato come iniezione endovenosa lenta in non più di 2 minuti. Assicurarsi che l’iniezione non avvenga, per errore, fuori vena. Al fine di ridurre il rischio di riocclusioni, somministrare eparina e acido acetilsalicilico prima e dopo la somministrazione di Rapilysin. La dose raccomandata di eparina è di 5000 UI somministrata in bolo prima di iniziare la terapia con reteplase, seguita da un’infusione di 1000 UI/ora, da iniziarsi dopo il secondo bolo di reteplase. L’eparina va somministrata per almeno 24 ore, preferibilmente per 48-72 ore, allo scopo di mantenere valori di aPTT compresi tra 1,5 e 2 volte quelli normali. La dose iniziale di acido acetilsalicilico prima del trattamento trombolitico deve essere di almeno 250 mg (250-350 mg) seguiti da 75-150 mg die almeno fino alla dimissione del paziente.


Elenco farmaci: indice medicinali in ordine alfabetico


Condividi questa pagina

Invia pagina

Ti potrebbe interessare anche:

Annunci

Seguici sui Social Network

Universonline su G+
Universonline su Facebook