UniversONline.it

Farmaco: Actraphane 30 N. | Bugiardino n. 00367 - Foglietto illustrativo n. 00367 - Farmaco Actraphane 30 N.: ricetta, principio attivo, prezzo, effetti e dosaggio [Confezione: 100ui / ml 5c ]

Continua
Universonline su Facebook
Universonline su G+

Cerca un farmaco »  

Farmaco: Actraphane 30 N.

Farmaco: Actraphane 30 N. | Bugiardino n. 00367

Confezione: 100ui / ml 5c

Casa farmaceutica: Novo Nordisk Farmaceutici S.p.A.

Classe farmaceutica: A

Ricetta Actraphane 30 N.: RR - medicinale soggetto a prescrizione medica

ATC: A10AD01

Principio attivo Actraphane 30 N.: Insulina solubile preparazione iniettabile + insulina isofano preparazione iniettabile

Gruppo terapeutico: Insuline

Scadenza Actraphane 30 N.: 30 mesi

Temperatura di conservazione: Da +2° a +8°

Indicazioni terapeutiche / effetti Actraphane 30 N. (100ui / ml 5c )

Terapia del diabete mellito.

Posologia / dosaggio Actraphane 30 N. (100ui / ml 5c )

Actraphane è un’insulina a doppia azione. E’ una formulazione bifasica contenente insulina ad azione rapida ed insulina ad azione prolungata. Solitamente, le formulazioni di insulina premiscelata sono somministrate una o due volte al giorno quando si desidera ottenere un effetto iniziale rapido associato ad un effetto più prolungato.
Dosaggio: la dose di insulina è individuale e va determinata dal medico in accordo con le necessità del paziente. Il fabbisogno individuale di insulina è di solito tra 0,3 e 1,0 UI/kg/die. Il fabbisogno giornaliero di insulina può essere più elevato in pazienti con insulino-resistenza (per es. durante la pubertà o in presenza di obesità), e più basso nei pazienti con produzione residua endogena di insulina. Nei pazienti affetti da diabete mellito, l’ottimizzazione del controllo glicemico ritarda l’insorgenza e rallenta la progressione delle complicanze diabetiche tardive. Si raccomanda, quindi, il monitoraggio della glicemia. Un’iniezione di insulina dovrebbe essere eseguita entro 30 minuti da un pasto o da uno spuntino contenente carboidrati. Aggiustamento posologico: malattie concomitanti, specialmente le infezioni e le patologie febbrili, di solito aumentano il fabbisogno di insulina del paziente.
Insufficienze renali o epatiche possono ridurre il fabbisogno insulinico. Un aggiustamento posologico può rendersi necessario anche quando i diabetici variano l’intensità della attività fisica o la dieta abituale o quando si trasferisce un paziente da una preparazione di insulina ad un’altra (vedere nella scheda tecnica Avvertenze speciali e opportune precauzioni d’impiego).


Elenco farmaci: indice medicinali in ordine alfabetico


Condividi questa pagina

Invia pagina

Ti potrebbe interessare anche:

Annunci

Seguici sui Social Network

Universonline su G+
Universonline su Facebook