UniversONline.it

Farmaco: Acepress 25 | Bugiardino n. 00095 - Foglietto illustrativo n. 00095 - Farmaco Acepress 25: ricetta, principio attivo, prezzo, effetti e dosaggio [Confezione: 50 Compresse 25 mg ]

Continua
Universonline su Facebook
Universonline su G+

Cerca un farmaco »  

Farmaco: Acepress 25

Farmaco: Acepress 25 | Bugiardino n. 00095

Confezione: 50 Compresse 25 mg

Casa farmaceutica: Bristol-Myers Squibb S.r.l.

Classe farmaceutica: A

Ricetta Acepress 25: RR - medicinale soggetto a prescrizione medica

ATC: C09AA01

Principio attivo Acepress 25: Captopril (DC.IT) (FU)

Gruppo terapeutico: ACE inibitori

Scadenza Acepress 25: 48 mesi

Temperatura di conservazione: Non superiore a +25°

Indicazioni terapeutiche / effetti Acepress 25 (50 Compresse 25 mg )

Trattamento dell’ipertensione arteriosa, da solo o in associazione con altri ipotensivi, specie i diuretici tiazidici; trattamento dell’insufficienza cardiaca congestizia: pazienti con scompenso cardiaco, in associazione a diuretici e digitale; trattamento dell’infarto del miocardio: post infarto in pazienti con disfunzione ventricolare sinistra, anche in assenza di segni e sintomi di scompenso cardiaco; la terapia a lungo termine con Acepress è in grado di migliorare la sopravvivenza, ritardare l’insorgenza e la progressione dello scompenso cardiaco e ridurre il rischio di reinfarto e la necessità di rivascolarizzazione coronarica; trattamento della nefropatia diabetica: in questi soggetti Acepress è in grado di prevenire la progressione del danno renale, migliorando la prognosi e la sopravvivenza.

Posologia / dosaggio Acepress 25 (50 Compresse 25 mg )

Assumere prima, durante o dopo i pasti. Il dosaggio deve essere determinato individualmente. Adulti: ipertensione arteriosa: nei pazienti non in trattamento con altra terapia antipertensiva, iniziare con 50 mg giornalieri di Acepress in 1 o 2 somministrazioni. Dopo 2-4 settimane, qualora si desiderasse un più marcato effetto antipertensivo, la dose può essere aumentata a 100 mg giornalieri, sempre in 1 o 2 somministrazioni. Successivamente, nei pazienti in cui non fosse stato raggiunto un soddisfacente controllo dei valori pressori, è consigliabile aggiungere una modesta dose di diuretico tiazidico, ad es. 25 mg die di idroclorotiazide. Nei pazienti ipertesi già in terapia diuretica, aggiungere Acepress a dosaggi inferiori. Questo accorgimento posologico è suggeribile anche per i pazienti fortemente sodio e/o volume depleti. Qualora dopo 2 settimane di tale terapia si desiderasse un ulteriore effetto antipertensivo, incrementare la posologia di Acepress seguendo lo schema precedentemente esposto. Nella terapia dell’ipertensione arteriosa essenziale lieve-moderata, il controllo dei valori pressori è ottenuto generalmente con posologie giornaliere comprese fra 50 e 100 mg. In casi particolari, o secondo giudizio del medico, è possibile utilizzare posologie superiori comunque non eccedenti i 450 mg al giorno. Nei casi in cui si impone una rapida riduzione dei valori pressori, è possibile incrementare, sotto controllo medico, la posologia giornaliera di Acepress ogni 24 ore fino al raggiungimento di un controllo soddisfacente della pressione arteriosa o finché non sia stata raggiunta la dose massima di Acepress. Insufficienza cardiaca congestizia: la dose iniziale è di 25 mg 2 o 3 volte al giorno. Al fine di minimizzare l’incidenza e la durata di effetti ipotensivi occasionali (possibili nei pazienti con insufficienza cardiaca congestizia già ipotesi) è suggeribile instaurare la terapia con dosi iniziali pari a 6,25 o 12,5 mg 2 o 3 volte al giorno. In generale, la posologia efficace è compresa entro 150 mg/die. Acepress si usa in associazione con un diuretico e digitale a dosi normali; non deve essere comunque superata la dose massima giornaliera di 450 mg. La terapia deve essere iniziata in ospedale. Infarto del miocardio: la terapia con Acepress va iniziata in 3° giornata, con 6,25 mg ripetibili a intervalli di 12 ore. La dose giornaliera andrà gradualmente incrementata: 12,5 mg 3 volte al dì, nei successivi 2 giorni; poi 25 mg 3 volte al dì, fino alla dimissione del paziente. Successivamente, la posologia dovrà essere incrementata, se ben tollerata, sino a 150 mg/die, in dosi refratte e continuata cronicamente. In caso di ipotensione sintomatica, può essere necessaria una riduzione della posologia giornaliera e il trattamento può essere proseguito con dosi inferiori. Acepress può essere impiegato in associazione con i farmaci normalmente utilizzati nella terapia dei pazienti infartuati (trombolitici, ASA, betabloccanti, ecc.). Nefropatia diabetica: il dosaggio è di 75-100 mg/die in dosi refratte. Nel caso sia necessario ottenere ulteriori riduzioni della pressione arteriosa, si possono associare altri farmaci quali diuretici, betabloccanti, antipertensivi ad azione centrale e vasodilatatori. L’eliminazione di Acepress può risultare diminuita in soggetti con riduzione della funzione renale. Pertanto, tali pazienti possono rispondere al trattamento con dosaggi inferiori di farmaco o con somministrazioni meno frequenti. Anziani: è consigliabile iniziare la terapia con bassi dosaggi. Bambini: in questi pazienti, affetti da ipertensione grave secondaria, la dose iniziale è di 0,3 mg/kg, sotto stretto controllo medico. Il trattamento nei lattanti e nei bambini potenzialmente soggetti ad avere ipotensione, come quelli in terapia diuretica, può iniziare con 0,15 mg/kg. La dose di Acepress è somministrata 2 volte al giorno, o a seconda della risposta del singolo paziente. Pazienti con disfunzione renale: si verifica ritenzione di Acepress, pertanto regolare il dosaggio, per i dosaggi consigliati consultare l’RCP.


Elenco farmaci: indice medicinali in ordine alfabetico


Condividi questa pagina

Invia pagina

Ti potrebbe interessare anche:

Annunci

Seguici sui Social Network

Universonline su G+
Universonline su Facebook