UniversONline.it

Farmaco: Abilify | Bugiardino n. 00008 - Foglietto illustrativo n. 00008 - Farmaco Abilify: ricetta, principio attivo, prezzo, effetti e dosaggio [Confezione: 15 mg 28 Compresse orodispersibili ]

Continua
Universonline su Facebook
Universonline su G+

Cerca un farmaco »  

Farmaco: Abilify

Farmaco: Abilify | Bugiardino n. 00008

Confezione: 15 mg 28 Compresse orodispersibili

Casa farmaceutica: Bristol-Myers Squibb S.r.l.

Classe farmaceutica: A

Ricetta Abilify: RR - medicinale soggetto a prescrizione medica

ATC: N05AX12

Principio attivo Abilify: Aripiprazolo

Gruppo terapeutico: Antipsicotici

Scadenza Abilify: 24 mesi

Temperatura di conservazione: n.d.

Indicazioni terapeutiche / effetti Abilify (15 mg 28 Compresse orodispersibili )

Trattamento della schizofrenia. Trattamento di episodi maniacali di grado da moderato a severo del disturbo bipolare di Tipo I e per la prevenzione di un nuovo episodio maniacale in pazienti che hanno avuto prevalentemente episodi maniacali che hanno risposto al trattamento con aripiprazolo.

Posologia / dosaggio Abilify (15 mg 28 Compresse orodispersibili )

Soluzione orale: Abilify soluzione orale può essere usato come alternativa a Abilify compresse nei pazienti che hanno difficoltà a deglutire compresse (vedere paragrafo Proprietà farmacocinetiche). La dose di partenza raccomandata per aripiprazolo è di 10 o 15 mg/die (i.e. 10 o 15 ml di soluzione) con una dose di mantenimento di 15 mg/die, somministrati una volta al giorno, indipendentemente dai pasti. Un misurino calibrato di polipropilene è incluso nella confezione. Aripiprazolo è efficace in dosi comprese tra 10 e 30 mg/die (i.e. tra 10 e 30 ml/die). Una maggiore efficacia con dosi superiori alla dose giornaliera di 15 mg non è stata dimostrata sebbene singoli pazienti possono trarre beneficio da dosi più alte. La dose massima giornaliera non deve superare i 30 mg. Per la prevenzione delle ricadute di episodi maniacali in pazienti che sono stati in trattamento con aripiprazolo, continuare la terapia allo stesso dosaggio. Aggiustamenti del dosaggio giornaliero, inclusa la riduzione di dosaggio, devono essere considerati sulla base dello stato clinico del paziente. Bambini e adolescenti: non c’è esperienza sull’uso di Abilify nei bambini e negli adolescenti al di sotto dei 18 anni di età. Pazienti con disfunzione epatica: non viene richiesto alcun aggiustamento del dosaggio nei pazienti con disfunzione epatica da lieve a moderata. In pazienti con disfunzione epatica grave, i dati disponibili non sono sufficienti per stabilire delle raccomandazioni. In tali pazienti, il dosaggio dovrà essere gestito con cautela. Comunque, la dose massima giornaliera di 30 mg deve essere usata con cautela in pazienti con disfunzione epatica grave (vedere Proprietà farmacocinetiche nel RCP). Pazienti con disfunzione renale: non viene richiesto alcun aggiustamento del dosaggio nei pazienti con disfunzione renale. Anziani: l’efficacia di Abilify nel trattamento della schizofrenia in pazienti di 65 anni e oltre non è stata stabilita. Data la maggiore sensibilità di questa popolazione, quando le condizioni cliniche lo permettono, si deve considerare un dosaggio di partenza più basso (vedere Avvertenze speciali e precauzioni d’impiego nel RCP). Sesso: non viene richiesto alcun aggiustamento del dosaggio per pazienti di sesso femminile, in confronto a quelli di sesso maschile (vedere paragrafi Speciali avvertenze e precauzioni per l’uso e Proprietà farmacocinetiche). Stato di fumatore: in accordo alla via metabolica di Abilify, non viene richiesto alcun aggiustamento del dosaggio per i fumatori (vedere Interazioni). Quando aripiprazolo viene somministrato contemporaneamente a potenti inibitori del CYP3A4 o CYP2D6, il dosaggio di aripiprazolo deve essere ridotto. Quando l’inibitore del CYP3A4 o CYP2D6 viene eliminato dalla terapia di combinazione, allora il dosaggio di aripiprazolo deve essere aumentato (vedere Interazioni). Quando aripiprazolo viene somministrato contemporaneamente ad un potente induttore del CYP3A4, il dosaggio di aripiprazolo deve essere aumentato. Quando l’induttore del CYP3A4 viene eliminato dalla terapia di combinazione, allora il dosaggio di aripiprazolo deve essere ridotto a quello raccomandato (vedere Interazioni).
Compresse: la dose di partenza raccomandata per aripiprazolo è di 10 o 15 mg/die con una dose di mantenimento di 15 mg/die somministrata una volta al giorno, indipendentemente dai pasti. Aripiprazolo è efficace a un dosaggio compreso tra 10 e 30 mg/die. L’aumento dell’efficacia a dosi maggiori di una dose giornaliera di 15 mg non è stato dimostrato, sebbene alcuni pazienti possono trarre beneficio da una dose maggiore. La dose massima giornaliera non deve superare i 30 mg. La compressa orodispersibile deve essere posta nella bocca, sulla lingua, dove sarà rapidamente dispersa nella saliva. Può essere assunta con o senza liquidi. Rimuovere la compressa orodispersibile intatta dalla bocca è difficile. Data la fragilità della compressa orodispersibile, questa deve essere assunta immediatamente dopo l’apertura del blister. In alternativa, disperdere la compressa nell’acqua e bere la sospensione ottenuta. Le compresse orodispersibili possono essere utilizzate in alternativa a Abilify compresse da quei pazienti che hanno difficoltà a deglutire compresse (vedere anche Proprietà farmacocinetiche nel RCP). Bambini e adolescenti: Abilify non è stato studiato in soggetti sotto i 18 anni di età. Pazienti con disfunzione epatica: non viene richiesto alcun aggiustamento del dosaggio nei pazienti con disfunzione epatica da lieve a moderata. In pazienti con disfunzione epatica grave, i dati disponibili non sono sufficienti per stabilire delle raccomandazioni. In tali pazienti, il dosaggio dovrà essere gestito con cautela. Comunque, la dose massima giornaliera di 30 mg deve essere usata con cautela in pazienti con disfunzione epatica grave (vedere paragrafo Proprietà farmacocinetiche nel RCP). Pazienti con disfunzione renale: non viene richiesto alcun aggiustamento del dosaggio nei pazienti con disfunzione renale. Anziani: l’efficacia di Abilify nel trattamento della schizofrenia in pazienti di 65 anni ed oltre non è stata stabilita. Data la maggiore sensibilità di questa popolazione, quando le condizioni cliniche lo permettono, si deve considerare un dosaggio di partenza più basso (vedere Avvertenze speciali e opportune precauzioni d’impiego nel RCP). Sesso: non viene richiesto alcun aggiustamento del dosaggio per pazienti di sesso femminile, in confronto a quelli di sesso maschile (vedere Proprietà farmacocinetiche nel RCP). Stato di fumatore: in accordo alla via metabolica di aripiprazolo, non viene richiesto alcun aggiustamento del dosaggio per i fumatori (vedere Interazioni con altri medicinali ed altre forme d’interazione).
Quando aripiprazolo viene somministrato contemporaneamente a potenti inibitori del CYP3A4 o CYP2D6, il dosaggio di aripiprazolo deve essere ridotto. Quando l’inibitore del CYP3A4 o CYP2D6 viene eliminato dalla terapia di combinazione, allora il dosaggio di aripiprazolo deve essere aumentato (vedere Interazioni con altri medicinali ed altre forme d’interazione). Quando aripiprazolo viene somministrato contemporaneamente ad un potente induttore del CYP3A4, il dosaggio di aripiprazolo deve essere aumentato. Quando l’induttore del CYP3A4 viene eliminato dalla terapia di combinazione, allora il dosaggio di aripiprazolo deve essere ridotto a quello raccomandato (vedere Interazioni con altri medicinali ed altre forme d’interazione).


Elenco farmaci: indice medicinali in ordine alfabetico


Condividi questa pagina

Invia pagina

Ti potrebbe interessare anche:

Annunci

Seguici sui Social Network

Universonline su G+
Universonline su Facebook