UniversONline.it

Spirale (IUD= Intra Uterine Device) - Contraccezione: La spirale, o IUD (Intra Uterina Device: dispositivo intrauterino), impedendo all'ovulo eventualmente fecondato di annidarsi nell'endometrio,...

Continua
Universonline su Facebook
Universonline su G+

Spirale (IUD= Intra Uterine Device)

La spirale, o IUD (Intra Uterina Device: dispositivo intrauterino), impedendo all'ovulo eventualmente fecondato di annidarsi nell'endometrio, ha un effetto contraccettivo che permette di evitare gravidanze indesiderate. Sul mercato sono disponibili diversi tipi di dispositivi intrauterini che hanno un'efficacia contraccettiva che permane dai 3 a 5 anni.

La spirale è un dispositivo in plastica, che può avere varie forme, lungo circa 4 cm e dal peso di pochi grammi. Il nome di "spirale" deriva dal filamento di rame, o argento, avvolto intorno al dispositivo in plastica.

La spirale più adatta è scelta dal ginecologo in base alla cavità uterina della donna. L'impianto del dispositivo intrauterino è eseguito in ambulatorio dal medico, operazione che si esegue preferibilmente durante il flusso mestruale in quanto in questo periodo il collo dell'utero è più dilatato e rende più agevole l'operazione. Anche la rimozione viene eseguita dal medico, in certi casi avviene anche dopo 5 anni dall'impianto della spirale.

Come funziona la spirale? Il dispositivo intrauterino garantisce una protezione contraccettiva molto elevata fin dai primi giorni. I meccanismi d'azione della spirale sono diversi, alcuni di questi non sono però ancora molto chiari. Il suo compito principale è quello di modificare l'ambiente endouterino e il muco cervicale, un effetto conseguente del fatto che l'organismo percepisce la presenza della spirale nell'utero come corpo estraneo. Dopo aver inserito il dispositivo intrauterino, l'endometrio va incontro ad una reazione di tipo infiammatoria tale da rendere inadatto l'impianto dell'uovo eventualmente fecondato. Un'altra azione della spirale è quella di ridurre la capacita fecondante degli spermatozoi.

Sebbene una volta introdotta nell'utero può essere lasciata per qualche anno, è opportuno far controllare la spirale ogni tanto. Inoltre, per ridurre il rischio di malattia infiammatoria pelvica, è importante un'accurata igiene intima non solo da parte della donna ma anche e del partner.

In alcune donne, dopo l'installazione della spirale, possono comparire dei lievi sanguinamenti al di fuori del flusso mestruale o dei dolori simili ai dolori mestruali. Questa eventualità non deve preoccupare le donne in quanto l'utero deve ancora abituarsi alla presenza della spirale, di solito, tutto ritorna nella normalità dopo circa 2-3 mesi.

Alcune donne non possono utilizzare la spirale, sarà compito del ginecologo valutare di volta in volta il possibile utilizzo del dispositivo intrauterino. Nel caso si volesse avere un figlio bisogna farsi togliere dal medico la spirale. Una volta rimossa, la gravidanza potrà verificarsi normalmente.

Qual è l'efficacia di questo metodo contraccettivo? Indice di Pearl


Quale metodo anticoncezionale scegliere?

Metodi contraccettivi / anticoncezionali

Condividi questa pagina

Invia pagina

Metodi contraccettivi naturali

- Coito interrotto

- Metodo Ogino Knaus

- Metodo Billings

- Metodo della temperatura basale

null

Metodi contraccettivi meccanici

- Preservativo o profilattico

- Diaframma anticoncezionale

- Spirale (IUD= Intra Uterine Device)

null

Metodi contraccettivi chimici / ormonali

- Pillola anticoncezionale

- Anello anticoncezionale

- Cerotto anticoncezionale

null

Metodi contraccettivi chirurgici

- Legatura delle tube

- Vasectomia

null

Indice di Pearl

- Efficacia metodo contraccettivo

null

Annunci

Seguici sui Social Network

Universonline su G+
Universonline su Facebook